Integrazione con il territorio

Le ricadute economiche del nostro business sul territorio sono di alcune decine di Milioni di euro all’anno in forniture e servizi da parte di imprese locali; stimoliamo agli investimenti i fornitori ed incentiviamo lo sviluppo delle attività portuali e relative infrastrutture nel porto di Crotone.

Siamo interessati allo sviluppo della filiera agro-energetica, quindi sosteniamo l’avvio delle sperimentazioni S.R.F. (Short Rotation Forestry) per la produzione di piante ad alta velocità di crescita come combustibile per le centrali elettriche a biomasse e la conseguente riconversione agricola dei terreni attualmente non produttivi.

Biomasse Italia » Integrazione con il territorio

Ci sentiamo parte integrante del distretto energetico crotonese e supportiamo le iniziative industriali e legislative volte al rafforzamento di tale distretto affinché diventi un centro di eccellenza nella ricerca e sviluppo di nuovi combustibili, nello studio di nuove soluzioni tecnologiche per la combustione di materiali alternativi alle biomasse tradizionali, recupero di ceneri da combustione, scarti vegetali e calore residuo del vapore e dei fumi.

Contribuiamo in modo rilevante all’occupazione locale: oltre ai dipendenti a tempo pieno, le Aziende si avvalgono di molte collaborazioni esterne di personale operativo con diversi livelli di qualificazione, per attività che assicurano alcune decine di posti di lavoro. Diversi professionisti locali, nazionali ed internazionali collaborano costantemente con noi in attività di altissimo profilo.

L’occupazione indotta è di alcune centinaia di posti di lavoro: imprese boschive (per circa 450.000 tonnellate di legname); personale portuale (per circa 300.000 tonnellate di biomassa importata); cooperative di trasportatori; aziende di manutenzione (per la gestione operativa dei due impianti); società di servizi generali.